Si apre il sipario verso un caldissimo derby di Barcellona, con un Espanyol che deve assolutamente vincere per non retrocedere matematicamente, mentre i blaugrana sono alla rincorsa della vetta occupata ancora dal Real Madrid. Non ci sono in campo grosse novità per il Barça, che schiera praticamente la stessa formazione vista contro il Villareal nella precedente gara di Liga, ad eccezione di Rakitic, oggi al posto di Vidal nell’undici iniziale. In avanti spazio ancora a Griezmann insieme agli inamovibili Messi e Suarez, a simboleggiare una continuità che Setién sta provando a dargli dopo l’ultimo difficile periodo. Nell’Espanyol c’è De Tomas come unico terminale offensivo, in un 5-4-1 ultra difensivo atto a limitare il gioco d’attacco e di palleggio degli azulgrana. Il primo tempo non brilla certamente di emozioni, con un Barcellona che tiene costantemente la palla ed un Espanyol arroccato e pronto a ripartire in contropiede. L’Unico vero squillo dei blaugrana arriva con Suarez al minuto 25’. Ma la sua conclusione viene deviata dalla difesa ospite dopo un bel passaggio in verticale di Griezmann. L’Occasione più clamorosa del primo tempo è però degli ospiti, con un tremendo contropiede innescato da De Tomas, che serve in campo aperto Didac Vila, ma la rocambolesca azione si conclude con un palo esterno del terzino dei Periquitos'. La prima parte di ripresa è caratterizzata da falli incattiviti tipici della rivalità fra le due squadre in campo, che portano a due cartellini rossi; uno per Ansu Fati, autore di una brutta entrata a gamba alta su Calero, l’altro a Lozano per un bruttissimo intervento su Piqué. In entrambi i casi l’arbitro aveva inizialmente optato per il cartellino giallo, ma dopo esser stato richiamato dal VAR ha dovuto cambiare la sue decisioni. Dopo il momento feroce della gara il Barça alza il ritmo e al minuto 55’ trova la rete con Suarez, che realizza dopo una bellissima azione illuminata dal tacco stilisticamente meraviglioso di Griezmann. Per l’uruguayano è il gol numero 195 in maglia blaugrana, statistica che gli consente di superare Kubala nella classifica degli attaccanti più prolifici della storia del club. Poco più tardi ci prova Messi con un bellissimo sinistro al volo su suggerimento di Sergi Roberto sul secondo palo, ma Diego Lopez gli nega la rete con una gran parata. Nel finale sono timidi e privi d’efficacia i tentativi d’attacco degli ospiti; la partita finisce quindi sul punteggio di 1-0 per il Barça, che continua la sua rincorsa e spedisce i rivali in Segunda División, una doppia soddisfazione in attesa della Champions e dei prossimi turni di Liga.
Sezione: Primer equipo / Data: Ven 10 luglio 2020 a las 10:40
Autore: Francesco Lionetti
Ver lecturas
Print