Quattro giornate e 32 tentativi senza trovare la via della rete e, giusto a tre giorni dall’attesissima sfida Champions del San Paolo, Leo Messi riacquista tutta d’un colpo la smarrita vena realizzativa, confezionando il 5º poker della carriera in Liga contro il malcapitato Eibar. Pessima notizia per il Napoli, che martedì prossimo si ritroverà, così, un Barça nuovamente su di giri, dopo il complicatissimo avvio di 2020. E pazienza per il dissenso espresso dal Camp Nou verso il numero uno Bartomeu con la temuta pañolada, che potrebbe convincere il club ad anticipare le prossime elezioni presidenziali, previste, in principio, per il prossimo anno.

TRIPLETTA LAMPO. Con la rosa ormai ridotta all’osso, Setien si può limitare a far rifiatare il solo Frenkie de Jong, che si accomoda in panchina accanto al fi ammante acquisto d’emergenza, Martin Braithwaite, prelevato dal Leganes per 18 milioni. A risolvere la gara, nell’arco di tempo compreso tra il 14’ e il 40’ della prima frazione, ci pensa il ritrovato Leo Messi calando subito un esaltante tris. Tunnel al malcapitato Arbilla e tocco morbido, diagonale chirurgico, facile tap-in. Gara risolta già dal primo tempo. Nella ripresa, Setien richiama in panchina i vari Busquets, Piqué e Griezmann, con il pensiero già a Napoli. Ne approfi tta alla grande il debuttante Braithwaite, che assiste Messi per il 4-0 e crea i presupposti per il pokerissimo di Arthur.

Sezione: Primer equipo / Data: Dom 23 Febrero 2020 a las 11:15 / Fuente: Corriere dello Sport
Autore: Stefano Bentivogli
Ver lecturas
Print