Il ruolo del portiere rappresenta da sempre la prima grande sicurezza di una squadra di calcio, l'ultimo baluardo difensivo contro gli attacchi avversari e, nel calcio moderno, colui che per primo imposta l'azione ed avvia le trame di gioco della squadra. Ter Stegen è uno dei più grandi esempi di portiere totale nel calcio moderno, in virtù di una qualità tecnica ed una visione di gioco paragonabili a quelle di un fantasista, una caratteristica che gli ha permesso di realizzare un numero di assist più alto rispetto a tanti altri grandi calciatori del panorama calcistico europeo. Questa qualità viene ovviamente valorizzata dalla filosofia di gioco catalana, che da sempre attua una costruzione di gioco partendo dal basso, impostando dal portiere stesso per poi dirigere il pallone ai centrali di difesa, che a loro volta spostano la trama offensiva nella zona di campo più avanzata. Molto spesso il tedesco avanza con il pallone fra i piedi, andando a fungere addirittura da libero per imbastire la trama offensiva, mostrandosi molto sicuro nella gestione della palla ed in grado non solo di lanciare e impostare, ma anche di rifinire, una qualità che lo rende ad oggi unico al mondo. La sua carriera inizia nelle giovanili del Borussia Mönchengladbach, dove attraversa l'intero settore giovanile fino ad arrivare in prima squadra, grazie a prestazioni convincenti ed un talento indiscutibile. Fa il suo esordio in Bundesliga nel 2011 sotto la guida dell'allora allenatore Lucien Favre, oggi coach del Borussia Dortmund, che decise di lanciarlo una volta presa visione delle qualità espresse da Marc nella seconda squadra. Inizia dunque l'ascesa del portiere tedesco, che lo porterà ad essere determinante per la squadra nella qualificazione alla Champions League nella stagione 2011/2012 e nei piazzamenti in Bundesliga negli anni successivi. La sua crescita viene notata dai grandi club europei, ma è il Barcellona ad agire d'anticipo ed accaparrarsi le prestazioni del talentuoso portiere di Mönchengladbach, con un'offerta da 15 milioni ed una clausola fissata ad 80, che convincono il club tedesco a lasciarlo partire nel 2014. La sua avventura in Catalunya è estremamente soddisfacente ed in continua crescita di prestazioni nonostante i primi tempi di adattamento non semplicissimi. Marc si ambienta e lavora con umiltà, conquistando un rispetto sempre maggiore nello spogliatoio e diventando sempre più decisivo in campo, tanto da divenire uno dei pilastri fondamentali della squadra catalana nel giro di pochi anni. Nella sua avventura in blaugrana colleziona diversi trofei del massimo prestigio, dai campionati spagnoli alle coppe di Spagna, fino alle varie Supercoppe nazionali ed internazionali; vince inoltre la Champions League nel 2015 da titolare contro la Juventus di Allegri. Nel suo palmarès figura anche l'inserimento nella lista dei calciatori più promettenti nati dopo il 1991, stilata da Don Balòn. Ter Stegen è un portiere dotato di grande senso di posizione, che negli anni lo ha portato ad essere impeccabile fra i pali e nelle uscite sui calci piazzati. Dote importantissima del portiere tedesco è l'elasticità, che gli permette tuffi e strappi felini ai limiti dell'umana comprensione e che gli consente di avere un repertorio colmo di parate spettacolari da ammirare più e più volte. La sua qualità palla al piede è inoltre senza eguali fra i portieri, permettendogli di essere sostanzialmente un libero in diverse circostanze, in grado di costruire gioco, rifinire ed addirittura saltare l'uomo in casi rari. Dal punto di vista mentale la sua crescita è stata a dir poco straordinaria, in quanto le insicurezze dei primissimi tempi sono state combattute e vinte nel giro di poco tempo, permettendo al portiere blaugrana l'ascesa che lo ha posto nell'olimpo dei migliori portieri al mondo. Ter Stegen è certamente il più grande esempio dell'evoluzione del ruolo del portiere, e di come il calcio moderno stia portando la costruzione in primis dall'estremo difensore, al fine di poter realizzare un calcio sempre più studiato ed elaborato.

Sezione: Opinìon / Data: Dom 22 Marzo 2020 a las 10:10 / Fuente: https://francescolione1992.wixsite.com/mysite
Autore: Francesco Lionetti
Ver lecturas
Print